Organizzare il giardino, ne vale la pena! - 04. gennaio 2022

Prendersi un po’ di tempo per pianificare in anticipo il giardino faciliterà la sua gestione per tutto il resto dell’anno. Gli spazi potranno essere ottimizzati e la semina scaglionata nel tempo. In questo modo otterrai non solo piante più sane, ma eviterai anche che il momento del raccolto cada proprio durante le tue vacanze!

 

  1. Tipo di giardino: cosa farai quest’anno? Punterai tutto sui fiori o sulle verdure? Farai un orto classico o seminerai in vasi sul balcone? Scegliendo con cura le varietà da piantare e semi biologici di qualità, il raccolto sarà in ogni caso una garanzia.
  2. Misure dell’orto: se si possiede una superficie poco estesa è necessario fare un compromesso e scegliere delle varietà molto produttive. I fagioli a stelo, i pomodori, o i cetrioli, ad esempio,  crescono in altezza ottimizzando quindi il rendimento della superficie. Semina della verdura a crescita rapida, come gli spinaci, l’isalata da taglio o il ravanelli in maniera scaglionata.
  3. Tempi e difficoltà: quanto tempo dedicherai al tuo orto? Opta per un tempo facilmente realizzabile, magari un’appuntamento fisso bisettimanale. In questo modo il tuo orto non si trasformerà in una giungla e avrai delle piante più sane.
  4. Clima: il luogo in cui vivi ha una grande influenza sulla tua coltivazione. In montagna, ad esempio, le stagioni sono più corte, ma le condizioni climatiche ideali possono essere prolungate con una pacciamatura o una piccola serra. Quest’ultima protegge le coltivazioni anche dalla pioggia in climi troppo umidi.
  5. Tipo di terreno: evita di coltivare i tuberi in caso di terreni argillosi pesanti o ricchi di sassi. Testa sempre il tipo di terriccio, adatta le tue colture e aggiungi del fertilizzante in caso di bisogno.
  6. Sole: le tue piante si nutrono di LUCE. Delle piante esigenti come i pomodori o le melanzane soffriranno in luoghi ombreggiati. Non dimenticatelo al momento della tua pianificazione.

 

Una volta che hai risposto a tutte queste domande, potrai redigere un programma per il tuo orto come questo. Ti auguriamo di avere un gran successo con il tuo orto con i nostri semi biologici!

 

Non è necessario un grande orto per avere dei bei raccolti. Con un po’ di organizzazione, anche una piccola superficie o qualche vaso sul balcone possono contribuire enormemente all’alimentazione du una piccola famiglia.

 

PICCOLI ORTI: PER BALCONI E TERRAZZE

Organizzare il giardino, ne vale la pena!

La progettazione iniziale è la base di un buon raccolto.

Semina delle piccole file di verdura a crescita rapida ogni 10 giorni: ravanelli, insalata da taglio e rucola. Sul fondo pianta le varietà più alte (pomodori, fagioli a stelo) in modo che rimanga abbastanza luce alle altre colture. Utilizza gli spazi tra le piantine per seminare spinaci, cipollotti e cavolo cinese che saranno raccolti presto.

Scegli le tue colture in base al luogo in cui le coltivi.

Ogni pianta ha i propri bisogni e pomodori, melanzane o peperoni non cresceranno senza luce e calore. Se il tuo terrazzo è all’ombra, scegli, ad esempio, fagioli o insalata.

Parti da una buona base.

In aggiunta alla luce e al calore, le piante hanno bisogno del nutrimento che trovano nel terreno. Prepara quindi un substrato adeguato: una pianta di pomodori necessita di almeno 25 litri di terriccio. I tuberi hanno bisogno di un terriccio leggero e di una profondità di almeno 25 cm per svilupparsi. L’insalata, le erbe aromatiche o il cavolo cinese sono invece meno esigenti.

Punta in alto.

Scegli delle varietà che crescono in altezza per sfruttare la meglio una piccola superficie. I fagioli a stelo si arrampicano lungo corde o pali. I pomodori e i cetrioli possono essere legati a dei pali e indirizzati in altezza. Assicurati di raccogliere regolarmente i frutti di una pianta affinché possa produrne sempre di nuovi. Per le zucche e le zucchine potrebbe essere necessaria l’impollinazione manuale

Anche le piante hanno fame.

Senza acqua e senza nutrimento non cresce nulla. Assicura al tuo orto un’irrigazione regolare meglio se la mattina o la sera. Ma troppa acqua può anche annegare le piante. Un concime biologico (per esempio Hauert Biorga) può essere aggiunto all’acqua per l’irrigazione nella dose raccomandata.

 


ORTI MEDI: 10-30 MQ PER VERDURA FRESCA QUOTIDIANA

Organizzare il giardino, ne vale la pena!

Con un orto di questa misura, potrai raccogliere quotidianamente la tua verdura fresca durante l’estate e evitare quasi di acquistarla.

Parti bene.

Iniziare con dei semi precoci già dal mese di marzo, con delle verdure a crescita rapida come piselli, carote, ravanelli, insalata o cipollotti. Vrai le tue prima vitamine già da maggio!

Aspetta i Santi di ghiaccio

Dal 15 maggio, potrai piantare pomodori, peperoni, zucchine e zucche all’aperto. L’ideale è un luogo soleggiato e protetto dalla pioggia. Queste piante ti daranno un attimo raccolto per tutta l’estate, fino in autunno.

Semi e raccolte scaglionate

Ottimizza la tua superficie e il tuo raccolto seminando in maniera scaglionata, per esempio ogni 10-14 giorni una fila di lattuga da taglio, ravanelli o carote. In estate, pianta dei cavolo-rapa o dei cavolfiori fra i tuoi pomodori, occuperanno il loro spazio in autunno.

Evita le superfici a riposo

Evira le superfici vuote seminando del sovescio dopo il raccolto. Una pausa ben meritata del suolo è molto apprezzata dalle api! In autunno, semina degli spianaci e della valeriana  sulle tue aiuole libere per avere della verdura fresca a Natale!

 

ORTI GRANDI: >30 MQ PER ESSERE AUTOSUFFICIENTI CON LA VERDURA

Organizzare il giardino, ne vale la pena!

Hai una belle superficie e un po’ di tempo da dedicarle? Che fortuna! Con un po’ di organizzazione potrai evitare di comprare la verdura per tutta l’estate.

Il raccolto è di chi semina presto!

Assicurati un raccolto precoce seminando da marzo piselli “Sprinter de Marbach”, spinaci, carote “Tip-top”, cipollotti, porri e un bell’assortimento di insalata.

Assicura la continuità.

Risemina ogni 1-2 settimane rucola, insalata “Mesclun” e ravanelli “Saxa”.

Prepara le tue scorte!

Dal metà maggio, pianta fagioli “Tachêt précoce”, zucchine “Grey” e zucche “Butternut” per della verdura in abbondanza.

Non dimenticare la verdura invernale!

Sorprendentemente molte varietà si possono coltivare anche d’inverno: dei classici come la valeriana o gli spinaci, delle varianti più moderne come il Tatsoï o il Paï Tsaï e altre verdure asiatiche o ancora delle varietà come il cavolfiore invernale o le taccole. In questo modo avrai delle vitamine durante tutta la stagione fredda e potrai raccogliere prima di tutti in primavera!