Annaffiare è bene, annaffiare con cura è meglio - 01. luglio 2021

Tutte le piante hanno bisogno di acqua: la usano per assimilare i nutrimenti dal terreno e trasportarli attraverso la linfa. L'acqua è essenziale per la fotosintesi e consente alla pianta di raffreddarsi attraverso l'evaporazione. È quindi assolutamente necessario un approvvigionamento idrico sufficiente per sfruttare tutto il potenziale delle tue colture!

In periodi di siccità, l'umidità naturale potrebbe non essere sufficiente a soddisfare le esigenze della pianta e l'irrigazione diventa necessaria. Queste poche regole ti saranno utili se le segui.

  • Innaffiare preferibilmente la mattina presto o la sera tardi. Irrigazioni improvvise durante il giorno e in pieno sole possono causare shock e danneggiare le piante.
  • Evita la "doccia fredda": sì, proprio come te, le piante prediligono l'acqua temperata. Riempi gli annaffiatoi al mattino e lascia che l'acqua si riscaldi durante il giorno.
  • Evita di bagnare le foglie: innaffia vicino alla base delle piante, in modo che l'acqua sia disponibile lì dove viene assimilata: alle radici. Inoltre, le foglie bagnate sono più esposte alle malattie fungine come la peronospora o l'oidio, specialmente i pomodori, le zucchine e i cetrioli.
  • L'acqua è preziosa, evita di sprecarla! Se possibile usa l'acqua piovana, che non è solo gratuita, ma anche meno carica di sali, il tuo terreno te ne sarà grato. Evita di innaffiare grandi aree con un getto, ma irriga solo le piante che ne hanno bisogno. Ciò ridurrà anche la crescita delle erbe infestanti!
Annaffiare è bene, annaffiare con cura è meglio